BlogStartup

il 26/11/2015 si è tenuto l’evento finale di Imprenderò 4.0

Il 26 novembre scorso presso la Sala Valduga della CCIAA di Udine si è tenuto l’evento finale del progetto Imprenderò 4.0

Cos’è Imprenderò?

(dal sito del progetto)
Imprenderò è un progetto di diffusione della cultura imprenditoriale, intesa come valore da promuovere nella società e vista come precondizione indispensabile per innescare percorsi virtuosi di sviluppo socio/economico.

Imprenditoria, dunque, come modello culturale, come risorsa per lo sviluppo, come pratica educativa e formativa.

Gli obiettivi che il Progetto Imprenderò 4.0 si prefigge, oltre alla promozione della cultura imprenditoriale, sono i seguenti:

  • Supportare i processi di creazione di impresa e lavoro autonomo, divulgando le opportunità offerte dall’autoimprenditoria e dall’autoimpiego e sostenendo le persone nella progettazione e gestione di una nuova prospettiva occupazionale, mettendo a disposizione un servizio di orientamento, formazione, tutoring e consulenza;
  • Supportare i processi di passaggio generazionale e trasmissione d’impresa per superare le criticità che si manifestano in azienda in conseguenza di una mancata o carente programmazione e gestione di questa fase e favorire il rafforzamento dell’impresa nella dimensione produttiva, organizzativa e finanziaria.
  • Verranno realizzati 75 seminari informativi e tematici (da 8 ore), 48 corsi di formazione imprenditoriale (da 40 e 80 ore) e saranno erogate oltre 10.000 ore di consulenza individuale.

Il progetto Imprenderò,  avviato per la prima volta nel 2003 e di cui ne sono state realizzate 3 edizioni, è promosso e finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito del Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo – UN INVESTIMENTO PER IL TUO FUTURO – Programma operativo 2007/2013 Asse 2 Occupabilità PPO 2013, Programma specifico n.8 e dal Programma esterno parallelo del POR FESR 2007/2013 rientrante nel Piano di azione e coesione – PAC – Garanzia Giovani.

Nell’evento finale (qui il link alla pagina) sono stati presentati i risultati della quarta edizione, si è tenuto un seminario su “Educazione all’imprenditorialità” e alcuni titolari di imprese nate grazie al sostegno di Imprenderò 4.0 hanno testimoniato la loro esperienza, insieme con un vivace e coinvolgente intervento del giornalista Roberto Bozio con “Italiani di Frontiera”, un workshop su “Generare nuovi modelli di business grazie alle tecnologie SMAC (Social, Mobile, Analytics, Cloud)”  ed al contributo di diversi imprenditori  che hanno presentato la propria impresa focalizzandosi sull’innovazione introdotta.

La mia esperienza

Da parte mia ho avuto l’opportunità di tenere una serie di lezioni nell’ambito di corsi organizzati da CFF, Azienda Speciale Imprese e Territorio della CCIAA di Udine, I.R.E.S., come pure di seguire alcuni neo-imprenditori con incontri di tutoraggio nell’ambito delle possibilità di affiancamento ed approfondimento messi a loro disposizione dal progetto per rendere ancora più concreto il sostegno alla realizzazione della loro idea d’impresa.

È stata per me una splendida esperienza che mi ha dato la possibilità di confrontarmi con persone con un loro sogno nel cassetto, piene di energia per realizzarlo, dargli corpo, plasmarlo, riesaminarlo, riformularlo, rivederlo, aggiustarlo… insomma grande impegno per vedere concretizzarsi le loro aspirazioni, affrontando le difficoltà e gli incidenti di percorso.

Anche il fatto di potersi confrontare con altri docenti e consulenti è stata un’occasione di arricchimento professionale e personale che ha dato ulteriore valore all’esperienza.

Tutto questo in un certo senso ha ri-stimolato anche in me la voglia di imprendere ed intraprendere. Voglia a cui intendo dare concretezza ulteriore.

Tra i neo-imprenditori di cui sono aggiornato e che hanno già iniziato la loro attività posso citare:

Altri sono al lavoro alacremente per dare vita al loro progetto imprenditoriale.

Sono convinto che Imprenderò 4.0 sia stato molto utile anche per coloro che non hanno proseguito il percorso dando il via al loro progetto, poiché ha fornito una serie di strumenti per analizzare la propria idea d’impresa, esaminare il possibile mercato, considerare i punti di forza e di debolezza magari evidenziando la necessità di un più approfondito riesame del loro progetto in vista di un lancio che è solo rimandato.

Da parte mia un ringraziamento a tutti gli studenti, i docenti, i consulenti, i professionisti di CFF, I.R.E.S. e Azienda Speciale Imprese e Territorio di CCIAA Udine per l’esperienza che mi hanno dato modo di compiere, con l’auspicio di rivederci presto con nuovi obiettivi di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *